Scheda autori/Post2
francesca arnavas / Laureata in filosofia all’università Ca’ Foscari di Venezia, con la tesi: “Il doppio tra filosofia e letteratura: tre storie di doppi. Un’indagine su Elena di Euripide, Francesca di Dante e Alice di Carroll”. Attualmente è iscritta all’università Bocconi di Milano, al corso di laurea specialistica in Economics and Management in Arts, Culture, Media, Entertainment. Principali interessi: letteratura, arte. fabrizio baldassarri / Laureatosi in Storia della Filosofia Moderna con una tesi sulla teoria della conoscenza in Descartes, è attualmente dottorando di ricerca in Filosofia e Antropologia presso l’Università di Parma e sta lavorando ad una tesi sul ruolo della storia nel metodo cartesiano. Si occupa principalmente della filosofia della prima età moderna, della filosofia cartesiana in particolare e della legittimazione del moderno tra rivoluzione scientifica e collezionismo erudito. marco bonifati / Si è laureato all’Università di Bologna in Scienze filosofiche ed è attualmente laureando all’Università di Torino nella laurea magistrale interfacoltà tra Medicina e psicologia, “Psicobiologia del comportamento umano”. S’interessa principalmente di filosofia applicata alle scienze, etnologia, psichiatria, etnopsichiatria, neuroscienze e psicologia. giorgia bordoni / È dottoranda di ricerca in Filosofia moderna e contemporanea presso il SUM di Napoli e sta lavorando sul problema della chora in Derrida come spazio di decostruzione della teologia politica. Ha tradotto e curato, nelle edizioni Mimesis, due testi di Derrida – Firmatoponge e Avances – autore sul quale ha pubblicato diversi articoli. Ha inoltre dedicato alcuni contributi alla filosofia francese del Novecento e alle possibili coimplicanze tra filosofia e letteratura contemporanea. stefano boscolo / Ha conseguito la laurea triennale in Filosofia all’Università Ca’ Foscari con una tesi dal titolo “Teoria degli insiemi e paraconsistenza” e attualmente è laureando in “Filosofia e storia delle Idee” all’Università degli Studi di Palermo. I suoi interessi filosofici si concentrano principalmente sulla logica e la filosofia della scienza, con particolare riferimento al rapporto tra teoria degli insiemi e teoria delle categorie. Ha pubblicato nel primo volume di Post l’articolo: “Il progresso nelle scienze” (pp. 19-24). luca bozzato / Si è laureato in Filosofia a Ca’ Foscari e sta attualmente terminando il percorso magistrale presso lo stesso ateneo. S’interessa principalmente di filosofia platonica e in particolare del complesso rapporto tra psicologia, ontologia, matematica e linguaggio nell’antropologia filosofica dell’Autore. Ha curato la presentazione del primo volume di questa rivista: “Progresso (se si vada da qualche parte ed eventualmente dove)”, Mimesis, Milano-Udine 2010, e vi ha pubblicato gli articoli: “Utopia e fantascienza: disillusioni del progresso” (pp. 45- 50), e: “Ripensare il progresso” (pp. 51-57), quest’ultimo a due mani con Giulia Pravato. andrea bozzi / Laureato all’Isia di Urbino opera nell’ambito dell’arte e del design interessandosi anche a specifiche pubblicazioni come curatore e redattore di testi storico-artistici ed esposizioni tematiche. luca casartelli / È dottorando presso l’Université de Genève. Si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano. Ha trascorso sei mesi presso l’Université de Strasbourg e un anno presso l’Université Jean Moulin Lyon3 dove ha perfezionato le sue conoscenze della fenomenologia francese. Attualmente si occupa del rapporto tra filosofia e neuroscienze, in modo particolare di un approccio fenomenologico alla neuroetica. filippo ceccherini / Ha conseguito il titolo di laurea triennale in Logica e Filosofia della scienza all’Università di Firenze. Si è laureato in filosofia politica (Master1 e Master2) all’Université de Paris8 “Vincennes - Saint Denis”. Si occupa principalmente di geografia ed economia politica. francesco costantino / Si è diplomato presso l’Accademia di San Martino delle scale (Pa); è attualmente iscritto al biennio specialistico di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Tra il 2007 e il 2009 ha collaborato con Volvo e Martini per la realizzazione di campagne pubblicitarie. Da anni si muove nel campo delle arti visive, dalla pittura alla video arte, momentaneamente studia presso l’École des beaux-arts de Rennes in Francia. Dopo la laurea all’Università di Bologna in Filosofia teoretica si occupa prevalentemente di fenomenologia franco-tedesca, idealismo e di problemi legati all’estetica. Attualmente è dottorando all’Università di Strasburgo (in cotutela con Venezia). leonardo z. ebner / Laureando in Scienze filosofiche all’Università Ca’ Foscari di Venezia, si interessa di filosofia e scienza politica. Attualmente svolge un periodo di studio presso l’EHESS di Parigi. Fa parte della redazione di Post, con cui ha pubblicato “L’impero della legge”, in Post n.1 (pp. 85-89). Collabora alla rivista di cultura politica Il pensiero democratico. jonathan fanesi / È laureando magistrale in Filosofia presso l’università di Bologna. I suoi interessi sono la filosofia del linguaggio e la fenomenologia husserliana. È perfezionando (phd) in Filosofia presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, di cui è stato allievo ordinario. Dirige le riviste di cultura e pensiero politico Il contesto e Il pensiero democratico. giulia galeazzi / Si è laureata in filosofia morale e politica presso l’Università degli Studi di Firenze. Gli studi cui finora si è dedicata hanno come argomento primario la declinazione in ambito francese della rielaborazione novecentesca del concetto di “mito”. michele ladogana / Si è laureato a Bologna in Lettere moderne con una tesi su Cesare Pavese. I suoi interessi vertono sulla letteratura contemporanea, la filosofia e la musica jazz. Ha studiato pianoforte jazz con Marco Di Battista e ha suonato come solista in Italia e a Parigi. Ha conseguito la laurea triennale in Filosofia presso l’Università di Palermo con una tesi di indirizzo epistemologico: “Passione del pensare e potenza del limite: la ragione critica di I. Kant”; attualmente è iscritta al corso di laurea in Filosofia e Storia delle Idee (Università degli studi di Palermo). Il suo ambito di ricerca è epistemologico: le aree specifiche di interesse sono prevalentemente il criticismo kantiano e i rapporti tra scienza e filosofia. Nel 2005 ha pubblicato un articolo di estetica per la casa editrice Franco Angeli sulla rivista “Biblìon” (n.1). erica onnis / Si è laureata presso l’Università degli Studi di Torino in Filosofia Teoretica con una tesi sull’eterno ritorno di Friedrich Nietzsche. Si interessa ora, principalmente, di ontologia ed epistemologia. lorenzo pozzan / Madrelingua e traduttore certificato in lingue inglese e francese. Studente in scienze ambientali presso l’Università degli Studi di Padova, sta portando avanti una tesi sperimentale riguardo la tipizzazione delle acque marino costiere dell’Adriatico veneto a livello europeo. giulia pravato / Ha appena terminato la laurea magistrale in filosofia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi dal titolo: “Carnap dopo Quine. Una nuova giuria per un vecchio processo”. Nel primo volume di Post ha pubblicato gli articoli: “Se la filosofia vada da qualche parte” (pp. 57-64), e: “Ripensare il progresso” (pp. 51-57), quest’ultimo a due mani con Luca Bozzato. Ha inoltre pubblicato “Sul deflazionismo filosofico di Wittgenstein” nel volume, curato da L. Perissinotto, Un filosofo senza trampoli, Mimesis 2010. filippo ranchio / Sta svolgendo un dottorato di ricerca in filosofia nell’ambito di una cotutela di tesi tra l’Università Ca’ Foscari di Venezia e la Johann Wolfgang Goethe Universität di Frankfurt am Main, lavorando a un progetto dal titolo: “Autonomia come seconda natura: la teoria hegeliana della razionalità”. Nel semestre estivo 2010 è stato visiting researcher presso lo “Hegel-Archiv” di Bochum (Germania). Principali campi di ricerca e interesse: idealismo tedesco (in particolare Hegel), teorie dell’azione e della razionalità, epistemologia, metaetica e filosofia pratica. Ha curato, con S. Garonzi, il volume: La città impossibile. Testi e pretesti urbani, Mimesis, Milano 2008. Ha pubblicato, in Post n.1, l’articolo “Hegel e la socialità del conoscere” (pp. 65-70). tommaso tarani / È dottore di ricerca in Italianistica presso le Università di Pisa e Paris3. Si occupa principalmente di poesia moderna e contemporanea, con un’attenzione principalmente rivolta alle discipline della comparatistica e dell’estetica. È autore della monografia Il velo e la morte. Saggio su Leopardi (Sef, 2010), di prossima uscita. Suoi saggi sono apparsi sulle riviste Otto/ Novecento e Chroniques Italiennes. pier marco turchetti / È pianista e germanista. Ha conseguito la laurea in Filosofia della Storia (Bologna) con la tesi: “Io vedo vivere il mio buio. Semantica, lessicologia, testualità in Paul Celan”. Suoi studi e traduzioni nell’ambito della germanistica riguardano autori come Paul Celan (Ethos des Auges. Testualità e lessicologia nelle bozze preparatorie di alcune poesie di Sprachgitter, in L’opera e la vita. Paul Celan e gli studi comparatistici, il Torcoliere, Napoli 2008), T.W. Adorno (Ri-traduzione e contro-traduzione del trentottesimo frammento dei “Minima Moralia” di Adorno, in Ali. Rivista d’arte, letteratura e idee, n.1, Edizioni del Bradipo, Lugo 2008) e Franz Kafka (Contro l’abuso del teologico. Gesti d’odio da Kafka e in Kafka, in Ali, n.4, 2010). Di prossima pubblicazione per i tipi di Clueb (Bologna) il libro di traduzioni, commento e cura su Kafka dal titolo Parobole e frammenti. andrea sartini / Insegna Filosofia nei Licei. Si è laureato in Estetica presso l’Università di Firenze ed è dottore di ricerca in Telematica e società dell’informazione. È curatore di G. Bataille, La condizione del peccato (Mimesis, 2002), e autore di Figure della differenza (Bruno Mondadori, 2006) e L’esperienza del fuori (Clinamen, 2009). giulia siviero / Si è laureata nel 2006 presso l’Università degli Studi di Verona. Giornalista pubblicista, si occupa principalmente di pensiero e scritture femminili scrivendo su Alias, inserto de Il Manifesto. raffaele alberto ventura / È dottorando all’EHESS di Parigi e si occupa di storia delle idee al prisma delle controversie disciplinari e delle guerre civili.